Controllo remoto del PC e sicurezza informatica: qual è la differenza tra programmi per il controllo remoto e VDI?

Sicurezza controllo remoto del PC

La necessità di controllare un PC remoto può essere legata a diverse esigenze. Pensiamo per esempio a quando in azienda si presenta un problema su una macchina ed è necessario richiedere l'intervento di un esperto IT, oppure al caso in cui stiamo lavorando da casa, in telelavoro o smart working, e abbiamo necessità di reperire un file salvato sul computer dell'ufficio.

Per il controllo remoto esistono fondamentalmente due soluzioni: utilizzare applicazioni e software appositi oppure sfruttare la VDI (Virtual Desktop Infrastructure).
Si tratta di due soluzioni molto diverse sia dal punto di vista della tecnologia adottata, sia per quanto concerne il tema cybersecurity.

Applicazioni per il controllo remoto

Le applicazioni per il controllo remoto sono programmi utili per controllare un PC a distanza in maniera semplice e veloce.




Il funzionamento delle varie applicazioni per il controllo remoto del PC è alquanto intuitivo, infatti tali programmi vengono spesso utilizzati da coloro che non hanno molta dimestichezza con la tecnologia e hanno il bisogno di affidarsi a soluzioni semplici e immediate.
Tra le principali applicazioni per il controllo da remoto di un PC vi sono software molto noti, come: TeamViewer, VNC Viewer, Chrome Remote Desktop, Mikongo Microsoft Remote Desktop e Splashtop 2
Questi software consentono di visualizzare sul dispositivo utilizzato il desktop e lo schermo del PC controllato, come se si trovasse davanti a noi. Per fare ciò, naturalmente, occorre una connessione a Internet e che il computer a cui desideriamo collegarci sia accesso e che l'applicazione per il controllo remoto sia correttamente avviata. Queste soluzioni sono utili soprattutto nel caso in cui si necessiti di assistenza da remoto per problemi sulla macchina o sulla rete, per esempio.

Virtual Desktop Infrastructure: cos'è?

L'infrastruttura VDI offre la possibilità di ospitare un desktop in una macchina virtuale.
Tale sistema consente di agevolare in modo consistente il lavoro dei dipendenti e si basa sul processo di virtualizzazione, ossia la simulazione di un certo numero di computer virtuali su un server fisico. Il server deve ovviamente possedere le risorse fisiche necessarie per poter far funzionare tutte le virtual machine create.
È possibile eseguire vari sistemi operativi su un solo server, allocare varie risorse in modo flessibile in base alle proprie esigenze e sfruttare le varie risorse IT in un modo più efficace e conveniente.

Esistono diverse tipologie di virtualizzazione.

La virtualizzazione del server

Esattamente come accade con i PC, anche i server possono essere partizionati per ottenere vari server virtuali, ognuno dei quali dispone di un sistema operativo proprio. Il prerequisito è ovviamente un hardware altamente performante. La potenza di calcolo viene sfruttata al massimo, mentre i costi operativi vengono abbassati.

La virtualizzazione del desktop

Per quanto riguarda la virtualizzazione del desktop, l'utente potrà avere accesso al server usando un'apposita app per il desktop (per es. Microsoft Desktop Remote).
I vantaggi sono molteplici: intercambiabilità delle postazioni di lavoro, possibilità di accedere alle informazioni da un qualsiasi luogo e maggiore durata dei componenti fisici dei computer in ufficio. Questa soluzione inoltre consente di evitare possibili violazioni dei protocolli di sicurezza.

g.


Quale soluzione di gestione da remoto è più sicura per le aziende?

Comprendendo la necessità di controllare dei computer aziendali anche da remoto, mentre non si è presenti in sede, diventa opportuno chiedersi se convenga usare le applicazioni per il controllo da remoto oppure affidarsi a un sistema VDI.
Sebbene le applicazioni per il controllo da remoto presentino diversi vantaggi, presentano diverse lacune per quanto riguarda la sicurezza. Quest'ultima è a tutti gli effetti un punto debole di tutte le app per il controllo remoto dei PC, che risultano vulnerabili ad attacchi informatici.

La Virtual Desktop Infrastructure rappresenta sicuramente una soluzione più articolata e la cui implementazione deve necessariamente vedere coinvolte figure esperte nell'ambito IT, tuttavia presenta vantaggi ineguagliabili a livello di sicurezza. A differenza di programmi per il controllo da remoto, infatti, la VDI permette di godere di tutti i vantaggi di un'applicazione per il controllo da remoto senza creare punti deboli nella sicurezza aziendale.
Le connessioni al desktop remoto infatti dovranno avvenire tramite una VPN (Virtual Private Network) aziendale e saranno quindi protette dal firewall interno, che dovrà essere opportunamente configurato.

Adottare la VDI all'interno della tua azienda può consentirti di ottimizzare le risorse e muovere un passo verso lo smart working e la digitalizzazione aziendale.
Hai bisogno di una consulenza? Scopri le nostre soluzioni e contattaci! Il team di IPSNet è a tua disposizione per aiutarti a scegliere la soluzione migliore per il tuo business!