Smart working: far fronte all' emergenza. Cos'è e quali sono i vantaggi?

Sempre più spesso sentiamo parlare di smart working soprattutto in questo periodo di emergenza, ma che cosa significa realmente?
Quali sono i vantaggi per dipendenti e aziende? Cosa è necessario per attivare lo smartworking subito?

Vuoi introdurre lo smart working nella tua azienda? IPSNet, come Managed Services Provider, offre soluzioni su misura per le imprese, aiutandoti a sviluppare un'infrastruttura informatica  in grado di soddisfare ogni Tua esigenza di utilizzo in modo semplice, rapido, sicuro ed efficace. 
Contattaci ora per una consulenza gratuita.

Ultimo Decreto Legislativo in Tema Smart Working 

L' emergenza COVID-19 ha fatto attivare un decreto governativo, il quale  prevede che lo smartworking può essere applicato per tutta la durata dello stato di emergenza senza necessità di accordo scritto tra le parti (Deliberazione del Consiglio dei ministri, 31 gennaio 2020 riguardo alla modalità di lavoro agile contenuta nell' articolo 18-23 della legge 22 maggio 2017, n. 81). L' informativa obbligatoria è fornita in via telematica con la  documentazione resa disponibile sul sito dell'Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro.

Vai alla documentazone

Che cos'è lo smart working?

Lo smart working può essere definito come una nuova filosofia del lavoro, basata sulla flessibilità e l'autonomia di gestione di spazi, orari e strumenti, al fine di una maggiore responsabilizzazione e consapevolezza del proprio ruolo operativo, nel conseguimento dei risultati attesi dall’azienda per la quale si opera.
Questo modello organizzativo abolisce vincoli, tradizionalmente insiti nella cultura aziendale, a favore di una maggiore indipendenza e organizzazione, strutturata  per fasi e obiettivi da perseguire..
Alla base vi è un solido accordo tra dipendenti e datori di lavoro, che stabiliscono insieme modalità e caratteristiche del nuovo modo di intendere la prestazione d’opera professionale.


Quali sono i vantaggi per i dipendenti?

Lo smart working consente ai dipendenti di conciliare vita e lavoro, trovando la formula più adatta al singolo per essere produttivo, senza sacrificare altri elementi fondamentali per il proprio benessere psicofisico.

La libertà derivante dalla flessibilità nella gestione di orari e spazi va di pari passo con la responsabilità e la capacità organizzativa necessarie per raggiungere gli obiettivi prefissati. Ciò rappresenta una notevole possibilità di crescita personale e professionale.

I vantaggi si riflettono anche sull'ambiente. Basti pensare che una sola giornata di remote working alla settimana può far risparmiare in media 40 ore l'anno di spostamenti, con una riduzione delle emissioni pari a 135 kg di CO2 all'anno.

Ciò significa ottimizzazione del tempo per i lavoratori e meno inquinamento per la collettività intera.


Quali sono i vantaggi per le aziende?

Questa formula di organizzazione non solo va a favore del welfare aziendale, ma ha notevoli effetti anche sulla produttività.
Questi i dati di una recente ricerca condotta dalla School of Management del Politecnico di Milano:

  • nel 2019 in Italia + 60% lavoratori agili da postazioni remote rispetto al 2013;
  • +15% di produttività registrata nelle aziende italiane che hanno adottato il modello dello smart working.

Il lavoro smart, inoltre, offre alle aziende l’opportunità di ridurre i costi legati alla gestione degli spazi, rendendo possibile adottare soluzioni come desk sharing e spazi comuni, andando incontro alla mobilità e alla flessibilità del lavoro.


Quali sono gli aspetti tecnologici necessari per adottare lo smart working all'interno di un'azienda?

Per lo smart worker i requisiti sono minimi.  Sono infatti sufficienti un PC e una connessione ad internet per poter essere operativo in telelavoro.


L'azienda dovrà poi disporre di un'infrastruttura comprendente:
connessione ad internet con velocità e stabilità adeguate al numero di smart workers contemporaneamente attivi e potenzialmente collegati ai server aziendali;
firewall;
VPN (Virtual Private Network).

Firewall e VPN garantiscono la sicurezza della rete e la tutela dei dati aziendali, in conformità con la normativa GDPR del 2018 e come prevenzione nei confronti di attacchi informatici.

L'utilizzo di una connessione sicura tramite Virtual Private Network fa si che tutto il traffico internet passi attraverso il firewall hardware aziendale che, opportunamente configurato, costituirà un livello di difesa contro trojan, malware e tentativi di accesso non autorizzato.


Occorre poi tenere in considerazione altri accorgimenti di base per la cyber security, come un antivirus sempre aggiornato e un piano di backup per implementare policy di DTP (Data Loss Prevention).

 

Vuoi introdurre lo smart working nella tua azienda?
 IPSNet, come Managed Services Provider, offre soluzioni su misura per le imprese, aiutandoti a sviluppare un'infrastruttura informatica  in grado di soddisfare ogni Tua esigenza di utilizzo in modo semplice, rapido, sicuro ed efficace. 
Contattaci ora per una consulenza gratuita!