Come funziona l'algoritmo di Instagram?

Ti sei mai chiesto da cosa dipenda la crescita di un profilo su Instagram?

Fino al 2016 il feed di Instagram si basava su un criterio cronologico, pertanto per avere visibilità era sufficiente postare frequentemente. 
Oggi la questione è differente. É l'algoritmo di Instagram a determinare l'ordine con il quale vengono mostrati i contenuti e se si vuole ottenere un buon risultato è necessario conoscerne il funzionamento e sfruttarlo a nostro favore.

Secondo quanto dichiarato dalla portavoce di Instagram i fattori che influenzano l'algoritmo sono 7

#1 Livello di coinvolgimento dell'audience (engagement)

In linea di massima i post che generano maggiore engagement (con questo termine intendiamo un insieme di interazioni: likes, commenti, condivisioni, visualizzazioni...) ottengono maggiori risultati, in quanto l'elevato livello di interazione dovrebbe suggerire qualità dei contenuti. Tuttavia non si tratta solamente di quantità, ma anche di immediatezza, ossia quanto velocemente gli utenti reagiscono ad un contenuto.

Come ottenere più interazioni più in fretta?

1. Selezionare strategicamente i propri hashtags in base al pubblico cui ci si sta rivolgendo. Per fare ciò può essere molto utile analizzare gli hashtag in tendenza.

2. Postare nelle ore in cui sono attivi più utenti.
3. Inserire delle CTA (call to action) nelle caption dei post, ossia invitare i gli utenti ad interagire attraverso quesiti, sondaggi...

#2 Quanto tempo gli utenti trascorrono sul tuo post

L'algoritmo di Instagram rileva per quanto tempo le persone interagiscono con ogni post e lo considera un indice piuttosto chiaro della qualità di un contenuto. Ovviamente più elevato sarà questo dato, migliore sarà il posizionamento del post.

Come far sì che gli utenti si soffermino sui tuoi post?

  1. Scrivere caption (ossia descrizioni dei post) il più possibile strutturate e interessanti per catturare e mantenere l'attenzione degli utenti che scorrono il feed.
  2. Pubblicare video o slideshow di fotografie. Questo tipo di contenuti infatti richiedono un tempo maggiore per essere fruiti nella loro interezza, incidendo positivamente sul rating del post e del profilo.

#3 Le relazioni con gli altri utenti

L'algoritmo di Instagram è in grado di comprendere quanto spesso interagiamo con un certo account e nel caso in cui le interazioni siano frequenti e regolari, i contenuti di quell'utente saranno sempre presenti nel nostro feed, indipendentemente dalle metriche registrate da quel profilo.
Quindi se un utente interagisce spesso con il tuo profilo, commentando, guardando le stories, salvando i post etc. i contenuti che produrrai appariranno sicuramente sul suo feed appena pubblicati, al contrario sarà molto più facile che coloro che non interagiscono con te perdano gli ultimi tuoi post o stories. Instagram infatti considererà scarso l'interesse di quella persona nei confronti dei tuoi contenuti e non riterrà necessario mostrarli in cima al feed.

#4 La data di pubblicazione

Instagram tende a mostrare sempre i post più recenti, pertanto il tempo in cui il tuo post può generare interazioni è variabile.
Se i tuoi followers aprono l'app un paio di volte a settimana, per esempio, sarà più plausibile che visualizzino il tuo post, anche se pubblicato nei giorni precedenti. 

#5 La tipologia di contenuto

Hai mai notato che se interagisci con un certo tipo di contenuto, per esempio post sul cibo, successivamente ti verranno mostrati molti contenuti di questo tipo?
Instagram analizza il comportamento dei suoi utenti per mostrare loro contenuti che possano risultare loro interessanti.

#6 La ricerca dell'account

Un altro fattore di cui Instagram tiene conto è quali account vengono ricercati dagli utenti. Quando ricerchi un account, infatti, l'algoritmo presume che ti interessino i contenuti che produce, pertanto tenderà a mostrarteli nel feed.

#7 La condivisione dei post in DM (direct message)

Un post che viene condiviso tra gli utenti via DM viene considerato come contenuto rilevante da Instagram e otterrà un maggiore.

Non tutte le metriche sono uguali!

Nel valutare i risultati della propria strategia social è importante ricordare che per Instagram non tutte le metriche hanno lo stesso valore.
Interazioni come commenti, condivisioni e salvataggio dei post, infatti, hanno una valenza maggiore rispetto ai like, cui generalmente viene erroneamente attribuita un'eccessiva importanza.
Sta diventando infatti sempre più chiaro che Instagram mira ad essere una community basata su interazioni reali e contenuti non concreti, senza basarsi su azioni rapide e spesso poco significative come i mi piace.

Per saperne di più leggi il nostro post Instagram nasconde i like: la novità è in fase di test.

In conclusione, i fattori che determinano la visibilità di un account dipendono soprattutto da come gli altri utenti interagiscono con i contenuti che creiamo.
Pertanto creare contenuti di qualità, che possano generare interesse nel nostro pubblico di riferimento, è la chiave per raggiungere i nostri obiettivi su Instagram.

Vuoi sfruttare le potenzialità dei social media, ma non sai da dove cominciare? Contattaci per una consulenza su misura in base alle tue esigenze!