CONVOCAZIONE

DEL SECONDO INCONTRO INTERCONTINENTALE PER L’UMANIT└ E CONTRO IL NEOLIBERISMO

(26 LUGLIO- 3 AGOSTO 1997)

Viviamo un epoca di intensa colonizzazione dei rapporti umani. Ovunque, il medesimo sistema sociale che sottomette l’umanitÓ alla legge del denaro rende uniforme la vita producendo miseria e devastazione. Di fronte alle rovine provocate da questa macchina travolgente, le resistenze e le pratiche che risalgono ad altri modi di vita, quando esistono, sembrano condannate all’isolamento. ╚ venuto il momento di rompere il circolo vizioso che impedisce all’umanitÓ di mettere in comune le lotte, il malessere e la volontÓ di cambiamento.

In Messico, la ribellione armata delle comunitÓ indigene del Chiapas organizzate nell’EZLN ha aperto la porta su un futuro differente. ╚ dal primo gennaio 1994 che la lotta immaginativa degli zapatisti sprona i popoli del mondo a conoscersi e a creare alternative al neoliberismo fatto sistema. Le loro iniziative si realizzano fuori dal quadro istituzionale e politico tradizionale e cercano sempre di coinvolgere il maggior numero possibile di persone, soprattutto fra gli emarginati.

╚ con questo spirito che l’estate scorsa essi hanno organizzato il Primo Incontro Intercontinentale per l’UmanitÓ e contro il Neoliberismo svoltosi in cinque comunitÓ indigene del Chiapas, malgrado l’occupazione militare e l’assedio dell’esercito federale messicano. In quell’occasione, circa tremila persone provenienti da 43 paesi dei cinque continenti hanno avuto la possibilitÓ di conoscersi, riflettere ed esprimersi insieme, in un atto di solidarietÓ senza precedenti.

Quelle persone hanno osato varcare la porta aperta dagli zapatisti ed hanno provato a passare dall’altra parte dello specchio, dove tutti possiamo essere uguali proprio perchÚ riusciamo ad essere differenti, dove non esiste un solo modo di vivere, dove si coniuga il rifiuto del sistema attuale con il desiderio di costruire un mondo che contiene molti mondi, l’umanitÓ di cui parliamo.

Ovunque vi Ŕ gente che ne ha abbastanza dei valori dominanti, che cerca di cambiare la propria vita, di aprire nuovi spazi e di costruire un presente pi¨ degno. Ovunque vi sono complici desiderosi di vivere l’avventura. Per questo vale la pena di continuare quanto iniziato in Chiapas e creare la rete di resistenza proposta durante l’Incontro. “Una rete intercontinentale di resistenze che si aiutino tra di loro, una rete senza una struttura organizzativa, senza un centro di direzione, senza un comando centrale, senza gerarchie. Una rete conformata da tutti coloro che resistono” Per tutto ci˛ convochiamo il SECONDO INCONTRO INTERCONTINENTALE PER L’UMANIT└ E CONTRO IL NEOLIBERISMO la prossima estate, dal 25 luglio al 3 agosto.


OBBIETTIVI:

Vogliamo fare un incontro di tutte le lotte contro il neoliberismo e i suoi effetti, un incontro di tutte le persone, organizzate o no, che si sentono scontente della vita che Ŕ loro imposta.

Vogliamo fare un incontro dove, al di sopra di conclusioni e risoluzioni prevalgano gli scambi di idee, di pratiche, di desideri.

Vogliamo fare un incontro auto-organizzato, dove le persone che partecipano lo facciano proprio, si impegnino nella preparazione dei gruppi di lavoro e nei compiti pratici che lo renderanno possibile. Il processo di organizzazione Ŕ, crediamo, importante quanto l’incontro stesso.

Vogliamo fare un incontro che offra a tutti la possibilitÓ di sperimentare nuove forme di politica.

Vogliamo imparare ad aprire spazi auto-organizzati, vogliamo rompere con le nostre riserve e rompere con i cordoni informativi, politici e culturali che ci mantengono separati.

Vogliamo che sia una lotta di tutti e di tutte, uomini e donne, che tutti e tutte assumiamo la responsabilitÓ di cambiare il mondo da tutti i nostri ambiti.

E vogliamo parlarne con tutte e tutti coloro che si sentono disposti a rendere possibile questo Secondo Incontro Intercontinentale per l’UmanitÓ e contro il Neoliberismo.


PROGRAMMA:

L’Incontro si terrÓ in Spagna, in cinque sedi che saranno: MADRID, CATALUNYA, RUESTA (Aragon), ALMUNECAR e EL INDIANO (Andalusia).
Le sedi sono state scelte in base a diverse offerte alternative (contatto con la natura, case e terre occupate, quartieri in lotta...) e la loro capacitÓ per una festa contro il neoliberismo.

L’Incontro inizia venerdý 25 Luglio a Madrid, dove avrÓ luogo il ricevimento dei vari gruppi che arriveranno da tutto il pianeta.
Durante la notte faremo una festa per cominciare a conoscerci.

Sabato 26 continuerÓ il ricevimento del resto dei partecipanti.
Verso sera ci riuniremo per l’inaugurazione del Secondo Incontro cui seguirÓ una pazza festa per l’UmanitÓ fino a quando non ce la faremo pi¨.

Domenica 27 di mattina, manifestazione per il centro di Madrid (portate striscioni, fischietti e, soprattutto tanta carica).
Nel tardo pomeriggio partiremo in carovane anti-neoliberali verso le diverse sedi.

Lunedý 28, arrivo alle diverse sedi con ricevimento pubblico di ogni gruppo.

Da lunedý a giovedý avranno luogo i dibattiti ai tavoli (mesas) e ai sub-tavoli, in combinazione ad atti paralleli: mostre culturali, conferenze, concerti, proiezione video,...

Giovedý 31 addio alle sedi e tutti/e insieme ci muoviamo in direzione di El Indiano per celebrare la chiusura del Secondo Incontro.

Venerdý 1 Agosto e Sabato 2 , ricevimento, iniziativa pubblica, conclusioni dell’Incontro e festa di addio.

Domenica 3 Agosto ritorno a Madrid.


CONTENUTO:

La consulta intergalattica realizzata tra febbraio e marzo di quest’anno ci ha indicato che il Secondo Incontro deve essere un incontro di lotte. Che i temi e i contenuti devono essere focalizzati dalla prospettiva delle esperienze di lotta, senza che questo implichi rinunciare alla discussione teorica degli stessi.
Che un obbiettivo centrale Ŕ creare una Rete di Lotte, secondo l’impegno giÓ assunto dal Primo Incontro.
Che il Secondo Incontro deve servirci per identificare nuove forme di lotta e nuove forme di fare politica.
Per questo, deve assicurare una discussione reale tra i partecipanti, con tempo e spazi sufficienti per lo scambio reciproco di esperienze e pratiche.

Sono stati stabiliti BLOCCHI TEMATICI- raggruppamenti di lotte ed esperienze che si distribuiranno per i diversi tavoli:
1) L’economia neoliberista contro l’umanitÓ. Le nostre vite oltre l’economia.
2) I nostri mondi e il loro mondo.
3) Le lotte per la cultura, l’educazione e l’informazione.
4) La donna e le sue lotte/ La lotta contro il patriarcato.
5) Le lotte per la terra e l’ecologia.
6) Contro tutte le forme di emarginazione.

Ogni tema avrÓ come strumento di analisi i grandi temi discussi in Chiapas: politica, economia, cultura ai quali si aggiunge la questione di genere.

Il tema della definizione e creazione della RETE DI LOTTE sarÓ presente in tutti i tavoli:
La questione del potere nella societÓ e la rete come contro-potere.
Nuove forme di fare politica.
Con chi si fa la rete, con quali tipi di lotte e di movimenti.
Come integrare i pi¨ oppressi in ogni luogo, in tutto il pianeta.
Conclusioni pratiche: proposte e criteri di organizzazione.


QUESTIONI PRATICHE:

La pre-iscrizione si presenterÓ prima del 31 maggio alla Commissione Organizzatrice della tua zona.


Prima del 30 giugno, con la stessa Commissione, realizzerai l’iscrizione e pagherai la quota minima destinata ai pasti, all’alloggio e al trasporto (tra i 100 e i 200 dollari) che sarÓ giÓ stata fissata e adeguata al livello di vita di ogni paese (coloro che provengono da paesi non europei potranno pagare l’iscrizione a Madrid).
Inoltre ci sarÓ una quota raccomandata ed una volontaria che sarÓ destinata ad un fondo di solidarietÓ.
Ti daranno una targhetta di identificazione. Se hai qualche problema mettiti in contatto con: Plataf. de Solid. con Chiapas de Aragon, San Vicente de Paul 26, -50001- ZARAGOZA- SPAGNA.

I contributi scritti (relazioni) in spagnolo e in inglese, devono essere inviati prima del 31 maggio e dovranno contenere: titolo, nome dell’autore/trice, paese, tema a cui si integra e sintesi-estratto del contributo scritto in dieci righe.
Devono essere inviati per posta elettronica o in dischetto (floppy-disk) senza un formato speciale, solo testo (txt).
Indirizzo di invio:
Colectivo Zapatista de Granada, c/Marquis de Falces 5, 2: -18001 - GRANADA- SPAGNA. email: ponencia@pangea.org

Devi portare con te sacco a pelo, stuoia, piatto, bicchiere e posate, come pure tenda da campeggio se arrivi dai paesi europei.



tradotto da Consolato Ribelle del Messico-Brescia


logo

Indice del 2░ Incontro Intercontinentale