ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE

SECONDA DICHIARAZIONE DELLA REALIDAD PER L'UMANIT└ E CONTRO IL NEOLIBERISMO

Fratelli e sorelle di Africa, Asia, America, Europa e Oceania:

Considerando che noi tutti e noi tutte siamo contro l'internazionale della morte, contro la globalizzazione della guerra e degli armamenti.

Contro la dittatura, contro l'autoritarismo, contro la repressione

Contro le politiche di liberalizzazione economica, contro la fame, contro la povertÓ, contro il furto, contro la corruzione.

Contro il patriarcato, contro la xenofobia, contro la discriminazione, contro il razzismo, contro il crimine, contro la distruzione dell'ambiente, contro il militarismo.

Contro la stupiditÓ, contro la menzogna, contro l'ignoranza.

Contro la schiavit¨, contro l'intolleranza, contro l'ingiustizia, contro l'emarginazione, contro l'oblio.

Contro il neoliberismo.

Considerando che noi tutti e noi tutte siamo:

Per l'internazionale della speranza, per la pace nuova, giusta e degna.

Per la nuova politica, per la democrazia, per la libertÓ politica.

Per la giustizia, per la vita e il lavoro degni,.

Per la societÓ civile, per i pieni diritti delle donne sotto tutti gli aspetti, per il rispetto verso gli anziani, giovani e bambini, per la difesa e protezione dell'ambiente.

Per l'intelligenza, per la cultura, per l'educazione, per la veritÓ.

Per la libertÓ, per la tolleranza, per l'inserimento nella societÓ, per la memoria.

Per l'umanitÓ.

DICHIARIAMO:

Primo. Che costruiremo una rete collettiva di tutte le nostre lotte e resistenze peculiari. Una rete intercontinentale di resistenza contro il neoliberismo, una rete intercontinentale di resistenza per l'umanitÓ.

Questa rete intercontinentale di resistenza cercherÓ, riconoscendo le differenze e conoscendo le somiglianze, di incontrarsi con le altre resistenze in tutto il mondo. Questa rete intercontinentale di resistenza sarÓ il mezzo attraverso il quale le differenti resistenze si potranno appoggiare l'una all'altra. Questa rete intercontinentale di resistenza non Ŕ una struttura organizzativa, non ha un centro direttivo nÚ decisionale, non ha un comando centrale nÚ gerarchie. La rete siamo tutti noi che resistiamo.

Secondo. Che costruiremo una rete di comunicazioni tra tutte le nostre lotte e resistenze. Una rete intercontinentale di comunicazione alternativa contro il neoliberismo, una rete intercontinentale di comunicazione alternativa per l'umanitÓ.

Questa rete intercontinentale di comunicazione alternativa cercherÓ di tessere i canali perchÚ la parola percorra tutti i cammini della resistenza. Questa rete intercontinentale di comunicazione alternativa sarÓ il mezzo attraverso il quale si parlino tra loro le differenti resistenze.

Questa rete intercontinentale di comunicazione alternativa non Ŕ una struttura organizzativa, non ha un centro direttivo nÚ decisionale, non ha un comando centrale nÚ gerarchie. La rete siamo tutti noi che ci parliamo e ci ascoltiamo.

QUESTO DICHIARIAMO:

Parlare e ascoltare per l'umanitÓ e contro il neoliberismo. Resistere e lottare per l'umanitÓ e contro il neoliberismo.

Per il mondo intero:

Democrazia!

LibertÓ!

Giustizia!

Da una qualunque realtÓ di un qualunque continente.

Fratelli e sorelle:

Non proponiamo che quelli che sono presenti firmino questa dichiarazione e che questo incontro termini oggi.

Noi proponiamo che l'incontro intercontinentale per l'umanitÓ e contro il neoliberismo continui in ogni continente, in ogni paese, in ogni terra e cittÓ, in ogni casa, scuola o posto di lavoro nel quale vivano esseri umani che desiderino un mondo migliore.

Le comunitÓ indigene ci hanno insegnato che per risolvere un problema, non importa quanto grande sia, Ŕ sempre bene consultarci tutti. Perci˛ proponiamo che si realizzi una consulta intercontinentale su questa dichiarazione. Proponiamo che questa dichiarazione si distribuisca in tutto il mondo e si porti avanti, quanto meno in tutti i paesi che hanno partecipato; una consulta con la seguente domanda:

╚ d'accordo nel sottoscrivere la "Seconda dichiarazione della Realidad per l'UmanitÓ e contro il Neoliberismo"?

Noi proponiamo che questa "Consulta Intercontinentale per l'UmanitÓ e contro il Neoliberismo" si realizzi nei cinque continenti durante i primi quindici giorni del mese di dicembre 1996.

Proponiamo che questa consulta sia organizzata nello stesso modo in cui questo incontro Ŕ stato organizzato, che tutti i partecipanti e quelli che non hanno potuto partecipare ma che ci hanno accompagnato da lontano in questo incontro, organizzino e realizzino la consulta. Proponiamo che si faccia uso di tutti i mezzi possibili ed impossibili per consultare il maggior numero di esseri umani nei cinque continenti. La consulta intercontinentale Ŕ parte della resistenza che organizziamo e un modo per creare contatti e incontri con altre resistenze. La consulta intercontinentale vuole essere questo: parte di un nuovo modo di fare politica nel mondo.

Per˛ non solo questo. Proponiamo anche che giÓ si convochi il :

SECONDO INCONTRO INTERCONTINENTALE PER L'UMANIT└ E CONTRO IL NEOLIBERISMO.

Proponiamo che si svolga nella seconda metÓ dell'anno 1997 e che il continente europeo ne sia la sede. Proponiamo che la data precisa e il luogo dell'incontro siano definiti dai fratelli e sorelle europei in una riunione che si faccia dopo questo primo incontro.

Speriamo tutti che ci sia questo secondo incontro intercontinentale e che sia, naturalmente, in un altro continente. Vogliamo sia chiaro fin da ora che quando questo secondo incontro si realizzerÓ troveremo il modo, per partecipare direttamente, senza nessuna importanza per il luogo nel quale si svolgerÓ.

Fratelli e sorelle:

Continuiamo ad essere scomodi. ╚ falso quello che i teorici del neoliberismo ci dicono: che tutto Ŕ sotto controllo, incluso quello che non Ŕ sotto controllo.

Noi siamo la valvola di sfogo della ribellione che pu˛ destabilizzare il neoliberismo. E' falso che la nostra esistenza ribelle legittimi il Potere.

Il Potere ci teme. Per questo ci perseguita e ci accerchia. Per questo ci imprigiona e ci uccide.

Il realtÓ siamo una possibilitÓ che lo pu˛ sconfiggere e farlo scomparire.

Forse non siamo molti, per˛ siamo uomini e donne che lottano per l'umanitÓ, che lottano contro il neoliberismo.

Siamo uomini e donne che lottano in tutto il mondo.

Siamo uomini e donne che desiderano per i cinque continenti:

Democrazia!

LibertÓ!

Giustizia!

Dalle montagne del sudest messicano

Comitato Clandestino Rivoluzionario Indigeno - Comando Generale dell'Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale.

La Realidad, Pianeta Terra.

Agosto del 1996

(tradotto dal Comitato Chiapas di Torino)

Indice dell'Incontro Intercontinentale