21 Febbraio 1998

COMMISSIONE INTERNAZIONALE PER I DIRITTI UMANI

COMUNICATO STAMPA N. 3

19 febbraio 1998, 19,30 ora locale - San Cristobál de Las Casas

Oggi, secondo il programma previsto, alle dieci del mattino sono partiti alcuni membri della Commissione da San Cristobal de Las Casas verso gli Aguascalientes (La Realidad, Morelia, Roberto Barrios e Francisco Gomez).

Nel Municipio di Las Margaritas alle 13,3o del pomeriggio, il veicolo che si stava dirigendo alla Realidad è stato intercettato da un posto di blocco dell'Istituto Nazionale di immigrazione, il cui personale ha provveduto al controllo della documentazione speciale (FM3) concessa dalla Segreteria di Governo ai membri della Commissione per poter esercitare il loro lavoro di osservazione. Il cittadino italiano Federico Mariani, che aveva la documentazione in regola, è stato obbligato a scendere dall'autobus e gli è stato ritirato il suo FM3. Le ragioni addotte dalle autorità migratorie furono le seguenti:

1) Che al suo visto FM3 mancava il timbro di entrata nel territorio messicano necessario;

2) Che gli ingressi precedenti di questa persona in Messico potevano compromettere la sua situazione migratoria.

Come conseguenza di queste supposte irregolarità il cittadino italiano è stato citato a presentarsi entro 48 ore nell'ufficio dell'Istituto Nazionale di Immigrazione di San Cristobál de Las Casas.

Venuta a conoscenza di questo fatto, la Segreteria di questa Commissione ha immediatamente informato il Consolato Italiano in Messico della situazione in cui si trovava il cittadino italiano al fine di far adottare le misure necessarie.

Alcune ore dopo, la Commissione ha ricevuto la notifica dal Console italiano, come risultato del suo intervento, che la menzionata citazione al sig. Mariani era stata cancellata da parte delle autorità migratorie, inoltre si annunciava la restituzione del suo documento migratorio (FM3) quando egli sarebbe ripassato dal posto di blocco dove si è prodotto l'incidente.

La Commissione Internazionale esprime la sua inquietudine di fronte a quanto successo e spera che questo tipo di avvenimenti non rendano impossibile lo sviluppo del lavoro di osservazione.

Inoltre, nel giorno di ieri, 18 febbraio, la commissione ha ricevuto la risposta del Comando Generale dell'EZLN riguardo la sua richiesta di intervista. Comprendendo le ragioni che vengono esposte e che rendono impossibile una intervista diretta, la Commissione farà uso dei canali proposti per conoscere il loro punto di vista rispetto alla situazione dei Diritti Umani.

http://www.laneta.apc.org/enlacecivil

(tradotto dal Comitato Chiapas di Torino)

logo

Commissione Internazionale