COMMISSIONE CIVILE INTERNAZIONALE DI OSSERVAZIONE PER I DIRITTI UMANI IN MESSICO E IN CHIAPAS

Sintesi della conferenza stampa del 18-3-1998

Camera dei Deputati

Oggi,18 marzo 1998, nella sala stampa di Montecitorio, è stato presentato ufficialmente il Rapporto sulla situazione dei Diritti Umani nello stato messicano del Chiapas.

Il Rapporto è frutto del lavoro della CCIODU. La commissione è composta da 200 rappresentanti della società civile internazionale provenienti da Europa e America a nome di organizzazioni, partiti, gruppi di base, personalità dello spettacolo e della cultura, nel periodo dal 16 al 28 di febbraio u.s. si è recata in Messico e in Chiapas per incontrare direttamente i protagonisti del conflitto in corso.

La Commissione è nata dalla forte preoccupazione mondiale dopo la strage di Acteal del 22 dicembre '97 in cui sono stati uccisi 45 indigeni inermi per opera delle bande paramilitari, come necessità di constatare sul campo l'effettivo rispetto dei diritti umani in Messico proprio alla vigilia della discussione sulla ratifica dell'Accordo di Associazione Economica, di Coordinazione Politica e di Cooperazione tra il Messico e l'Unione Europea.

Per realizzare l'osservazione sono state effettuate circa 300 interviste con rappresentanti istituzionali del governo centrale e locale, con le comunità indigene delle diverse zone del Chiapas e con i portavoce delle migliaia di rifugiati interni (desplazados) costretti ad abbandonare i loro villaggi per le violenze delle bande paramilitari e le pressioni dell'esercito, e infine con le organizzazioni della società civile messicana.

Il rapporto documenta una situazione drammatica su cui l'attenzione internazionale non può venir meno, riassumibile in una richiesta da parte della Commissione di un ritiro dell'esercito messicano dalla zona, di un disarmo reale delle bande paramilitari, di una giustizia realmente accessibile ai popoli indigeni e di un impegno non formale ma sostanziale del governo messicano nel dialogo e nella pace.

Alla conclusione della presentazione del Rapporto l'On. Mario Brunetti, presidente del Comitato per i Diritti Umani del Parlamento, sì è impegnato a sollecitare un'audizione con la Commissione Esteri, l'On. Paolo Cento dei Verdi si è impegnato a far riconoscere in sede istituzionale l'ampio lavoro realizzato da questa Commissione come esempio di diplomazia sociale dal basso, ed il Rapporto è stato inoltrato a tutti i gruppi parlamentari.

Nei prossimi giorni verrà presentato a tutte le istituzioni locali, associazioni, ecc.. che hanno mostrato attenzione alle vicende del Chiapas.

Contemporaneamente la medesima presentazione è avvenuta in Spagna e negli altri paesi membri dell'Unione Europea. Il 30 marzo la Commissione si incontrerà ufficialmente con i rappresentanti del Parlamento Europeo.

Per tutti coloro che fossero interessati a visionare una copia completa del

Rapporto, compreso una video - intervista inedita con l'EZLN, può fare riferimento a:

Commissione Civile Internazionale di Osservazione dei Diritti Umani presso:

Segreteria On. Mario Brunetti, tel. 06/ 67604410-1

Consolato Ribelle del Messico, tel. 030/ 40181

Associazione Ya Basta, tel. 049/ 8752129



logo

Commissione Internazionale