Saluti al 2° Incontro dai Prigionieri di Cerro Hueco

Lettera da Cerro Hueco.

A tutti i partecipanti presenti:

Rosey Perez Jimenez, Carmelino Jimenez Jimenez, Miguel Montejo Penate, Juan Montejo Penate e Guadalupe Hernandez Jimenez, Presidente, Vicepresidente, Segretario, Tesoriere e Portavoce del Movimento Statale di Prigionieri Politici Indigeni "La Voce di Cerro Hueco", con base nei municipi di Tila, Sabanilla, Tumbalà, Salto de Agua, Chilon, San Cristobal de Las Casas e Las Margaritas, auguriamo successo a questo 2° Incontro di Libertà e Pace.

Noi indigeni contadini de "La Voce di Cerro Hueco", che già da molti mesi ci troviamo incarcerati ingiustamente; ci siamo visti obbligati ad organizzarci per esigere la nostra libertà che come indigeni meritiamo e che, fino a questo momento, non abbiamo avuto nessuna risposta positiva da parte del governo dello stato del Chiapas.

Per questo siamo a voi, per sollecitare il vostro appoggio politico presso il governo federale e statale dei vostri paesi, perché la libertà dei prigionieri politici è una delle condizioni perché si riannodi il dialogo a San Andrés Larrainzar tra l'EZLN e il governo federale.

Noi abbiamo già lottato per esigere la nostra libertà, per mezzo dello sciopero della fame e con piantonamenti realizzati per 87 giorni dai nostri fratelli dislocati nella zona nord, e durante i quali, il governo statale non ha mai posto alcun interesse per trovare una soluzione alle nostre domande; unicamente il potere esecutivo, giuridico e giudiziale si sono uniti per condannarci ingiustamente a 15 e 23 anni di prigione, senza comprovare questi delitti che non abbiamo mai commesso, giacché per il governo siamo i suoi oppositori politici, solo perché apparteniamo ad organizzazioni sociali non-governative.

Speriamo di trovare in voi fratelli l'eco della nostra voce di Cerro Hueco, intervenendo presso il governo federale e statale perché diano una pronta soluzione alla nostra libertà; così come gradendo l'attenzione prestata al presente, vi inviamo un affettuoso saluto da parte degli indigeni contadini La Voce di Cerro Hueco.

Fraternamente.

Tradotto dal Consolato Ribelle del Messico-Brescia

logo

Indice del 2° Incontro Intercontinentale